giovedì , Gennaio 10 2019
Home / Cronaca / Risparmiare su assicurazione Bollo auto e Rc Auto? Targhe bulgare o moldave

Risparmiare su assicurazione Bollo auto e Rc Auto? Targhe bulgare o moldave

targhe-bulgare-moldave

Ecco come risparmiare su assicurazione Bollo auto e Rc Auto, evitare le multe di autovelox e tutor e finire dritti dritti in galera.

Sembra la moda del momento, la Polizia stradale ha registrato un aumento notevole di autoveicoli con targa estera, che circolano sprovvisti di bollo auto e Rc auto.

Dal 2005 sono 500 i comandi di polizia municipale con più di 4 milioni di verbali aventi per oggetto infrazioni con auto immatricolate aldilà dei confini nazionali o provenienti da autonoleggi. Inoltre, per ogni nuova immatricolazione falsa, assicurazione, bollo auto e persino revisione falsa, intermediari ed associazioni si dividono un cospicuo bottino di decine di migliaia di euro.

Bollo auto e Rc Auto: targhe bulgare o moldave, ecco i dati

Solo nel 2015, delle 750mila multe non pagate, più di 20mila erano state comminate ad autoveicoli con targhe bulgare o moldave. Accanto alla compravendita di auto provenienti dai paesi dell’Est Europa, negli anni è fiorita una fitta rete di “furbetti” che proponendo il pagamento di una più o meno ingente somma una tantum, promettono all’automobilista italiano, l’immunità da qualsiasi sanzione, garantendo l’esportazione, la reimmatricolazione all’estero e la reintroduzione nel mercato nazionale, diventando praticamente invisibile ad Equitalia.

Al momento della vendita tali intermediari è come se autorizzassero un “normalissimo” passaggio di proprietà, ma trattasi di una delega per la guida per poter circolare sul territorio nazionale con la vettura con targa estera.

E’ legittimo inviare i verbali tramite polizie internazionali, consolati o ambasciate, questi però vengono puntualmente disattesi o non calcolati.

Anche di questi tempi, dove regna la tecnologia, improntare un’attività di recupero crediti in un paese straniero è praticamente impossibile.

Il risultato è che l’auto con targa estera potrà circolare ignorando ogni norma del Codice della Strada, senza rischiare nulla.

Secondo una nuova proposta di legge il Bollo auto potrebbe essere inserito sulle accise benzina o su altre tasse, questo almeno ridurre il fenomeno del mancato pagamento del bollo da parte dei “furbetti”.

Fonte: investireoggi.it


Scarica gli ebook sul trading gratuiti

Ti potrebbe interessare:

Assicurazione auto: i costi aumentano in base all’anno di immatricolazione del veicolo

Secondo l’ultima indagine di SosTariffe.it chi ha un’auto immatricolata da 5 anni paga, per RC auto, fino al 45,5% in più rispetto ai possessori di veicoli immatricolati 5 anni dopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.