mercoledì , Gennaio 9 2019
Home / Cronaca / Risparmiatori italiani sotto pressione sulla crisi delle banche

Risparmiatori italiani sotto pressione sulla crisi delle banche

paure-crisi-banche

La crisi delle banche italiane sembra essere sfuggita del tutto di mano al governo Renzi, come dimostrano gli attacchi di parte della stessa maggioranza sia al premier che al ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan. Il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia (PD), per la seconda volta in pochi giorni ha preso oggi le distanze dai toni rassicuranti dei due, sostenendo che non sarebbe corretto dichiarare che “l’intero sistema bancario” italiano sarebbe al sicuro, né che i contribuenti sarebbero risparmiati dall’operazione di salvataggio di MPS. Boccia ha anche rimproverato al premier di non avere messo in sicurezza le banche, prima di varare la riforma delle banche popolari e del credito cooperativo.

E’ evidente che ancora una volta sia la crisi bancaria italiana al centro dei riflettori internazionali. Non convince il piano di salvataggio di MPS, per il quale aumentano i dubbi di ora in ora, né si può affermare che gli stress-test abbiano riportato i mercati alla calma. Tutt’altro. Adesso, su UniCredit sono tornate ad addensarsi le nubi sull’aumento di capitale atteso tra gli 7 e gli 8 miliardi, anche se non è ancora chiaro se anche Piazza Gae Aulenti procederà a dismettere sul mercato parte delle sue sofferenze.

Fonte: investireoggi.it


Scarica gli ebook sul trading gratuiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.