martedì , ottobre 16 2018
Home / Cronaca / Trent’anni di carcere a Veronica Panarello per l’omicidio del figlio

Trent’anni di carcere a Veronica Panarello per l’omicidio del figlio

carcere-veronica-panarello

Trent’anni di carcere. È la condanna che il gup di Ragusa Andrea Reale ha inflitto a Veronica Panarello per l’omicidio del figlio Loris Stival, 8 anni, avvenuto nella loro casa di Santa Croce Camerina il 29 novembre del 2014. Era la richiesta fatta dal pubblico ministero Marco Rota, ribadita oggi nelle repliche prima della camera di consiglio, durata quattro ore.

Il gup, il processo si svolgeva con il rito abbreviato e a porte chiuse, ha escluso le aggravanti della premeditazione e delle sevizie pur mantenendo la condanna a 30 anni, il massimo possibile per il rito abbreviato. Il gup ha anche disposto la trasmissione degli atti alla procura per il reato di calunnia nei confronti del suocero, Andrea Stival, nonno di Loris, che la donna nel disperato tentativo di allontanare da se’ l’accusa di essere stata l’assassina del figlio, ha accusato dell’omicidio, sostenendo che loro due fossero amanti.

Veronica Panarello ha lasciato l’aula in lacrime mentre il marito, Davide Stival, è apparso sollevato. Il nonno di Loris, Andrea Stival, era invece scosso ma soddisfatto e ora aspetta che la procura archivi le accuse nei suoi confronti.

«Abbiamo la coscienza di aver fatto un buon lavoro – ha detto il pm Marco Rota – ma non c’è soddisfazione per la condanna, bensì la consapevolezza di aver fatto il nostro dovere».

Deluso l’avvocato di Veronica Panarello, Franco Villardita, che ancora oggi, nella sua controreplica, aveva urlato l’innocenza della sua assistita chiedendone l’assoluzione:

«Aspettiamo le motivazioni e poi presenteremo appello»

Soddisfatte le parti civili, Daniele Scrofani per Davide Stival e Francesco Biazzo per Andrea Stival.

Fonte: lastampa.it


Consigliato

SCARICA L’EBOOK GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI
Il modo giusto per iniziare ad investire sui mercati finanziari

ebook Guida Bitcoin

Ti potrebbe interessare:

Veronica Panarello nuovo racconto sulla morte di Loris, bugie o verità

Veronica Panarello racconta tutto a una psicologa del carcere di Catania e continua ad accusare suo suocero descrivendo dettagliatamente movente e omicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.